Il modo semplice ed efficace per pulire le pentole bruciate

Ecco i trucchi per togliere il bruciato dalle pentole, oltre a suggerimenti bonus per prevenire in futuro pentole bruciate (internamente ed esternamente).

Succede a ognuno di noi. Volevi bollire a fuoco lento, ma lasci la zuppa a bollire troppo. O stavi saltando il tuo cibo in padella, ma è troppo tardi, hai bruciato la tua padella.

Che si tratti di grasso accumulato o sporcizia bruciata, non dovresti mai mettere via le tue pentole sporche.

Per tua fortuna, siamo qui per presentarti tutta una serie di suggerimenti, trucchi e tecniche per il trattamento delle pentole bruciate, oltre ad alcuni suggerimenti su come evitare di bruciarne in futuro.

Come pulire una pentola bruciata

pulire pentola bruciata

Di seguito ti mostreremo come pulire una pentola o padella bruciata in modo sorprendentemente facile. Trova quello che funziona meglio per te, oppure provali tutti!

1. Raschia e immergi

Questo è il classico metodo per togliere il bruciato dalle pentole: raschia il cibo bruciato e metti in ammollo.

  1. Rimuovi tutti i pezzi bruciati che puoi senza danneggiare la pentola o la padella. Controlla il materiale delle tue pentole o padelle prima di usare una spazzola abrasiva (come la paglietta d’acciaio), che può danneggiare le superfici delle pentole più sensibili, come antiaderenti, in ceramica o in rame.
  2. Riempi la pentola o la padella con un detersivo per piatti concentrato, come Nelsen, e acqua calda.
  3. Immergi per una notte e prova a raschiare con un cucchiaio di legno.
  4. Ripeti se necessario.

2. Porta a bollore

Se l’ammollo non ha funzionato, prova a far bollire acqua e detersivo per piatti direttamente nella pentola o padella per sciogliere i residui di bruciato.

  1. Riempi la pentola bruciata con acqua e un po’ di detersivo. Lascia bollire o sobbollire l’acqua saponata per 5-10 minuti.
  2. Lascia raffreddare la pentola.
  3. Lavala come faresti normalmente, con acqua tiepida e una spugna delicata.

3. Strofina con bicarbonato di sodio

bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è abrasivo ma delicato. È eccellente per dissolvere le macchie di bruciato e anche gli odori!

  1. Mescola il bicarbonato di sodio con un po’ d’acqua per creare una pasta.
  2. Distribuisci la pasta sulla zona bruciata e lascia riposare per 5-10 minuti.
  3. Strofina le pentole bruciate con una spugna morbida.
  4. Lava con detersivo per piatti e acqua tiepida e risciacquare.
  5. Asciuga all’aria la pentola o la padella.

Questo metodo è perfetto per pulire le pentole bruciate esternamente.

4. Fai irruzione nel cassetto delle spezie

Lo sapevi che il cremor tartaro (sale acido tartarico) è un abrasivo delicato?

  1. Unisci un cucchiaio di cremor tartaro con una piccola quantità di aceto bianco per creare una pasta.
  2. Distribuisci la pasta sui punti bruciati della pentola.
  3. Strofina con uno strofinaccio delicato o una spugna umida.
  4. Lava con detersivo per piatti e acqua tiepida.

Evita di bruciare pentole e padelle

Ok, ora sai come come togliere il bruciato dalle pentole ed è ora che impari ad evitare di bruciarle. Come? Segui questi semplici suggerimenti.

  • Usa le pentole della migliore qualità che puoi. Le pentole e le padelle economiche non si scaldano altrettanto bene e sono le più facili da bruciare. Si tratta di qualità piuttosto che di quantità: avere due pentole o padelle davvero buone che usi costantemente è meglio che avere un’intera scorta di pentole mediocri che devi sostituire ogni 6 mesi.
  • Utilizzare la corretta impostazione di calore per la padella. Alcune pentole non dovrebbero essere utilizzate a temperature estremamente elevate, nemmeno sul piano cottura. Ad esempio, la ghisa eccelle nella ritenzione del calore e può resistere a temperature molto elevate (puoi anche usarla in forno), l’acciaio inossidabile è piuttosto versatile (e richiede la minor quantità di manutenzione) e sia le padelle in ceramica che quelle antiaderenti sono migliori per le cotture a fuoco medio-alto.
  • Usa padelle antiaderenti. Sono fantastiche.
  • Inizia con un piano cottura pulito. Più sporcizia brucia sul piano cottura, più è probabile che si sciolga e aderisca al fondo di pentole e padelle ogni volta che cucini su quel fornello. Assicurati che il tuo piano cottura sia completamente freddo prima di tentare di rimuovere eventuali residui o macchie.
  • Pulisci l’esterno di pentole e padelle prima di cucinare, non solo l’interno. È lo stesso concetto di iniziare con un piano cottura pulito: se hai delle cose sul fondo della pentola o della padella, si riscalderà e si attaccherà al piano cottura.
  • Assicurati che la tua ghisa sia bella unta. Più è unta la tua ghisa, più antiaderente sarà (beh, non come antiaderente in stile teflon, ma sicuramente antiaderente). Più la padella è antiaderente, meno è probabile che il cibo cotto bruci e poi si attacchi.
  • Preriscalda l’olio prima di aggiungere il cibo nella padella. Non aggiungere mai il cibo in una padella fredda.
  • Usa una dimensione del tuo fornello che si adatti alla pentola che hai scelto.
  • Scalda lentamente e mescola spesso. Aggiungere troppo calore troppo velocemente è il modo in cui il cibo brucia. Prestando molta attenzione, sposta frequentemente il cibo nella pentola o nella padella per cuocere in modo più uniforme.

Non importa quanto stai attento, a volte brucerai qualcosa e le tue pentole e padelle ne risentiranno. È solo un dato di fatto. Ma ora che conosci questi semplici trucchi e dritte, le tue pentole dovrebbero rimanere pulite e belle.

E ricorda, tutta questa non è fatica sprecata: Il tuo cibo avrà un sapore migliore se preparato su superfici prive di macchie e in pentole e padelle lucide.