Come conservare la frutta senza che si rovini

C’è un motivo per cui i contenitori per la conservazione di frutta e insalata hanno tutti dei buchi.

Anche se sarebbe bello, non esiste una metodo di conservazione valido uguale per tutta la frutta. Certi frutti hanno bisogno di aria ben ventilata; altri prosperano quando vengono conservati al di sotto di 4 gradi di temperatura. Alcune cure e conservazioni sono ovvie (non lasciare che la frutta marcisca a temperatura ambiente), altre meno. Se te lo sei mai chiesto, le mele possono andare in frigo? Dove dovrei mettere questo melone? Ti aiutiamo noi.

frutta

Mele

A causa del gas etilene che emettono, che accelera la maturazione e la decomposizione, le mele dovrebbero essere conservate lontano da altri prodotti quando possibile. In particolare dovrebbero essere tenute lontane dagli agrumi (che perdono anche etilene). Sebbene possano essere conservate a temperatura ambiente, dureranno più a lungo, anche fino a quattro settimane, se conservate nella loro confezione originale e riposte nel cassetto più fresco del frigorifero.

Frutti di bosco, ciliegie e uva

C’è un motivo per cui i contenitori di bacche hanno tutti dei buchi. I frutti di bosco (fragole, more, mirtilli, lamponi e ribes) durano più a lungo se conservati in frigorifero in sacchetti o contenitori con piccoli fori (ventilatori) che consentono il rilascio dell’umidità. L’acqua può farle marcire più velocemente, quindi assicurati di lavarne solo una piccola quantità prima di mangiare, non in un colpo solo. Lo stesso vale per le ciliegie e l’uva.

Avocado

Gli avocado reggono meglio quando maturano prima sul tuo bancone della cucina, e solo dopo spostati in frigorifero, dove possono durare fino a tre giorni. Una volta tagliati, vanno conservati con il nocciolo e spruzzati con il succo di limone per evitare l’ossidazione.

Pomodori

I pomodori devono essere conservati in un luogo fresco e asciutto, ben ventilato e devono essere lavati appena prima dell’uso. I pomodori da banco dureranno circa una settimana, mentre quelli refrigerati hanno il doppio della durata della vita. (Anche se alcuni sostengono che i pomodori interi non dovrebbero mai andare in frigorifero, poiché rende la polpa morbida e pastosa).

Meloni e agrumi

I meloni interi devono essere conservati a temperatura ambiente fino a quando non sono completamente maturi o affettati, a seconda di quale evento si verifica per primo. Una volta che una di queste cose accade, vanno direttamente in frigorifero, preferibilmente in un contenitore ermetico.

Gli agrumi non continuano a maturare una volta raccolti, quindi scegli sempre l’aspetto più profumato e pronto da mangiare. Conservali a temperatura ambiente lontano dalla luce solare diretta, dove dureranno dai quattro ai sette giorni.

Pesche, albicocche e nettarine

Tieni a mente che questi frutti non vanno messi in frigorifero. Il freddo sottrae l’umidità a queste delizie succose, disidratandole e privandole del loro sapore. Tienili al riparo dalla luce solare sul tuo ripiano, dove dureranno dai tre ai cinque giorni.

Manghi, prugne e pere

Manghi, prugne e pere devono essere maturati a temperatura ambiente (o in una ciotola o, se sei di fretta, in un sacchetto di carta), quindi trasferiti in frigorifero per la conservazione. Le pesche e le prugne possono durare dai tre ai cinque giorni nelle temperature più fredde; mango e pere, da cinque a sette.

Ananas

Sapevi che un ananas dovrebbe essere conservato capovolto per un giorno o due per consentire alla dolcezza di disperdersi in tutto il frutto?  La maggior parte degli esperti alimentari afferma che questo dovrebbe essere fatto a temperatura ambiente prima di spostare la frutta maturata in frigorifero per ritardare la decomposizione.

In caso di dubbio, congelare

Se non sarai in grado di mangiare tutta la frutta prima che vada a male, considera la possibilità di congelarla. Sbuccia i meloni, mele e ananas prima di tagliarli a fette o cubetti. Sciacqua, scola e distribuisci i frutti di bosco in un unico strato su una teglia per evitare grumi. Una volta congelati, trasferiscili in sacchetti o contenitori di plastica etichettati, dove possono rimanere fino a un anno.