Il modo in cui si taglia l’aglio determina il suo sapore

Sia che tu preferisca un sapore più delicato che un gusto deciso, ecco come perfezionare il livello di sapore di aglio.

Esistono diversi modi per utilizzare l’aglio nelle ricette e, se ti sei mai chiesto perché alcuni richiedono l’aglio tritato e altri la pasta all’aglio, il profilo aromatico creato da ciascuna forma è probabilmente il motivo. Secondo l’America’s Test Kitchen, il sapore dell’aglio deriva dall’allicina, un composto all’interno delle pareti della pianta. Quando le pareti sono rotte, viene prodotta più allicina. Più tagli, affetti o premi l’aglio, più allicina conterrà e più sapore avrai.

Ecco quindi, che sapore dà ogni forma di aglio:

  • Intero:  non apportare modifiche a uno spicchio d’aglio significa un sapore delicato poiché le pareti non vengono scomposte per produrre più allicina.
  • Affettato:  quando tagli l’aglio, avrai un sapore delicato in un piatto.
  • Tritato:  Probabilmente, l’aglio tritato è il più comune e fornisce un gusto di aglio audace e potente a un piatto.
  • Pasta:  La pasta d’aglio è la forma di sapore più forte di aglio poiché l’intero spicchio è stato scomposto.

La prossima volta che vuoi aggiungere un tocco di sapore in più al tuo piatto, potresti prendere in considerazione le opzioni elencate sopra.