Quanto dura l’aglio e come conservarlo

Se ti sei chiesto quanto dura davvero l’aglio, ti potrà interessare il nostro articolo.

Potresti credere che l’aglio non vada mai a male. Purtroppo ti sarai accorto di esserti sbagliato nel giorno in cui avevi bisogno di uno spicchio per una ricetta con l’aglio.

Quindi, quanto dura l’aglio?

Non dura per sempre, ma l’aglio è insolitamente duraturo. Non sbucciata, una testa d’aglio può durare fino a sei mesi, mentre un singolo spicchio non sbucciato durerà circa tre settimane. Tuttavia, togliere la pelle significa che andrà a male molto più velocemente: uno spicchio sbucciato durerà una settimana in frigorifero, mentre l’aglio tritato può andare a male in appena due giorni. Per questo va conservato correttamente.

Come scegliere l’aglio migliore

Quando acquisti l’aglio, assicurati che non sia troppo disidratato o cavo. Il modo migliore per verificarlo è prendere il bulbo e dargli una leggera pressione. Assicurati che sia sodo e che nessuno degli spicchi sia troppo morbido o troppo asciutto.

Se il tuo bulbo d’aglio ha germogli verdi, è meglio saltarlo. È stato sullo scaffale troppo a lungo!

Come conservare l’aglio

Proprio come conserviamo le cipolle, teste d’aglio intere o spicchi dovrebbero essere conservati in un luogo buio, asciutto fresco e ben ventilato. Assicurati di non esporre accidentalmente l’aglio a calore, luce o umidità quando è sul tuo piano di lavoro.

Questo sacchetto porta aglio può aiutarti a conservarlo correttamente.

Come conservare l’aglio tritato

L’aglio tritato può andare a male rapidamente, quindi cerca di consumarlo il prima possibile. Puoi conservare l’aglio tritato in frigorifero fino a un giorno, poiché l’aglio inizia a decomporsi molto velocemente quando viene tagliato. Se vuoi prolungarne la vita, prova a coprirlo con olio d’oliva. Questo lo manterrà buono solo per due o tre giorni, quindi assicurati di usarlo il prima possibile.

Come capire se l’aglio è andato a male

L’aglio è principalmente di un colore bianco sporco, quindi qualsiasi macchia significa che il tuo aglio è probabilmente andato a male. Se è germogliato, puoi ancora mangiarlo, ma assicurati di tagliare i germogli: possono essere amari.

Se l’aglio perde il suo caratteristico odore speziato e pungente o inizia a emanare un odore acido, questo è un altro segno sicuro che è andato a male. Per quanto riguarda la consistenza, assicurati che sia bella soda. Se è andato a male, assicurati di non mangiarlo: può causare una malattia rara ma grave nota come botulismo, a causa della crescita eccessiva di batteri.