piante ciclamino

Come coltivare e prendersi cura del ciclamino in vaso

Il ciclamino è una pianta molto amata per la sua bellezza e per la sua capacità di fiorire durante l’inverno. Se sei un appassionato di giardinaggio e vuoi coltivare questa pianta in vaso, è importante conoscere le giuste tecniche per prendersi cura del ciclamino e farlo prosperare.

In questo articolo, scoprirai tutto ciò che devi sapere per coltivare e prenderti cura del tuo ciclamino in vaso, dalla scelta del terreno alla potatura e alla cura delle malattie.

Il ciclamino (cyclamen persicum) è una piccola pianta fiorita che ha piccole fioriture profumate su lunghi steli che si estendono sopra il fogliame. È una pianta perenne tuberosa, il che significa che “dorme” fino alle sue radici (tuberi) durante l’estate e poi ricresce rapidamente ogni autunno. I fiori sono nei toni del rosa, viola, rosso e bianco. Le foglie a forma di cuore sono di un verde medio, spesso con venature argentate.

Viene comunemente coltivata come pianta d’appartamento soprattutto nel periodo invernale, quando ha la sua piena fioritura. I semi possono essere piantati a fine estate per fiorire nell’inverno dell’anno successivo (circa 18 mesi dopo). Il ciclamino è tossico sia per gli animali che per gli umani.

Ecco come coltivare e prendersi cura delle piante di ciclamino in vaso.

Cura del ciclamino

pianta ciclamino

Se coltivato all’aperto, il ciclamino ha bisogno di un terreno ben drenato e di una luce indiretta intensa. Il ciclamino di Persia viene solitamente coltivato in vaso al chiuso. Va in letargo d’estate, ma con la cura adeguata ricrescerà e rifiorirà in autunno. Se manterrai la tua casa adeguatamente fresca, la tua pianta potrebbe non sfiorire mai, perderà solo alcune foglie. Tieni presente che il ciclamino non sopporta il caldo eccessivo.

Luce

Dai al ciclamino una luce brillante e indiretta in inverno quando la pianta sta crescendo. In estate, quando la pianta è sfiorita, la terrai in un luogo fresco e buio con una buona circolazione dell’aria.

Suolo

Il ciclamino preferisce crescere in un terreno ricco di sostanze organiche e ben drenante con un pH del terreno leggermente acido. Per le piante in vaso, puoi usare un normale terriccio.

Acqua

Quando le foglie sono presenti, la pianta sta crescendo attivamente. Durante questo periodo, annaffia ogni volta che senti il terreno asciutto a circa 2 cm sotto la sua superficie. Evita di bagnare le foglie o la parte sottostante dello stelo perché potresti farla marcire. Mentre la pianta è spoglia (perde la maggior parte o tutte le foglie), annaffia di rado solo per evitare che il terreno si secchi completamente.

Un modo comune per innaffiare il ciclamino è mettere il vaso su un vassoio, quindi annaffiare il vassoio in modo che le radici assorbano l’umidità.

Temperatura e Umidità

Le piante di ciclamino non amano il calore estremo, le correnti d’aria o l’aria secca. Stanno bene in un clima che replica il loro ambiente nativo, preferendo temperature comprese tra i 4 e i 10 gradi di notte e i 15 e i 20 gradi durante il giorno. L’elevata umidità, soprattutto durante l’inverno, è fondamentale. Per aumentare l’umidità, tieni la pianta su un vassoio pieno di acqua e ciottoli, assicurandoti che il vaso non tocchi continuamente l’acqua (poiché ciò può causare marciume alle radici).

Se hai spostato la tua pianta all’aperto per l’estate, riportala in casa prima che il clima diventi freddo. Una buona regola pratica è portarla dentro mentre la temperatura è ancora confortevole per te e puoi tenere le finestre aperte.

Fertilizzante

Nutri la tua pianta di ciclamino con un fertilizzante liquido diluito a basso contenuto di azoto ogni due settimane mentre è a foglia piena. Non è necessario concimare il ciclamino mentre non è in fioritura.

Varietà di ciclamino

Ci sono molte meravigliose varietà di ciclamino disponibili. E poiché rimangono fioriti per un lungo periodo, spesso puoi scegliere la tua pianta mentre i fiori sono aperti per sapere esattamente cosa acquisterai. Alcune varietà popolari includono:

  • Serie Sierra: queste piante hanno fiori grandi (da 2 a 5 cm di diametro) in bianco, rosa, salmone, scarlatto, lilla e viola.
  • Scentsation: i fiori di questa varietà vantano una forte fragranza e i fiori della pianta sono rosa e rossi.
  • Victoria: questa varietà presenta fiori bianchi arruffati con accenti rossi.

Potatura

La corretta potatura del ciclamino comporta semplicemente la rimozione delle foglie morte e ingiallite man mano che appaiono. I fiori e le teste dei semi che sbiadiscono possono anche essere strappati via, il che può prolungare il periodo di fioritura.

Moltiplicare il ciclamino

coltivare ciclamino

Moltiplicare il ciclamino è un processo difficile, poiché le talee del gambo non radicano facilmente e le varietà coltivate sono spesso ibridi che non producono semi fertili. Il modo migliore per moltiplicare queste piante è dividere le radici, anche se questo deve essere fatto con attenzione per garantire la vitalità. Tagliare i tuberi spesso apre la radice alla putrefazione. Ecco come puoi provare:

  • In estate, quando la pianta è abbastanza inattiva, toglila dal suo vaso e rimuovi i gambi.
  • Se il tubero simile a un cormo ha ramificato in altri punti, staccali con cura dalla radice principale.
  • Reimpiantare immediatamente i pezzi in una miscela di coltivazione a base di torba ben drenante. Ogni pezzo di radice dovrebbe appena spuntare fuori dal mix di invasatura.
  • Inumidisci il terriccio, ma poi mettilo in un luogo asciutto e ombreggiato. In autunno, spostalo in un luogo più luminoso e inizia ad annaffiare settimanalmente, il che stimolerà una nuova crescita.

Invasatura e rinvaso del ciclamino

rinvasare ciclamino

Quando invasi per la prima volta il tuo ciclamino, seleziona un vaso che lasci circa 2 cm di spazio attorno al tubero. Metti il ​​bulbo nel terriccio in modo che fuoriesca leggermente dal terreno.

Il ciclamino dovrebbe essere rinvasato ogni due anni. Puoi rinvasare in estate con un terriccio fresco e un vaso leggermente più grande. Segui questi passaggi per rinvasare:

  • Riempi parzialmente il nuovo vaso con terriccio.
  • Quindi, solleva il tubero dal vaso originale e scuotilo. Non buttare il vecchio terreno.
  • Metti il ​​tubero nel nuovo vaso, in modo che la parte superiore sia a circa 5 cm dal bordo. Coprilo con terriccio.
  • Metti il vaso in un luogo ombreggiato e asciutto per il resto dell’estate.
  • Inizia ad annaffiarlo intorno a Settembre e dovresti iniziare a vedere una nuova crescita.

Parassiti comuni e malattie delle piante

Le piante d’appartamento di ciclamino sono inclini agli acari tra gli steli e le foglie, che possono causare brutte foglie arricciate. Un fungo grigio sfocato, chiamato botrytis, è causato da un terreno eccessivamente umido e può ingiallire le foglie con macchie marroni. Taglia le foglie colpite per migliorare la circolazione dell’aria ma butta via la pianta se tutte le foglie sono in cattive condizioni.

Come far fiorire il ciclamino

Sebbene molte persone tendano a trattare il ciclamino come pianta annuale e a gettare la pianta dopo che è fiorita, puoi apprezzare la stessa pianta mentre rifiorisce anno dopo anno. Per incoraggiare la rifioritura durante il suo periodo di crescita, taglia i gambi dei fiori morti alla base, così come le foglie ingiallite. Quindi, man mano che la fioritura rallenta, lascia che la pianta si asciughi gradualmente per due o tre mesi. Sta entrando nella sua fase dormiente e troppa acqua farà marcire il tubero.
Dovrai bagnare poco per non far marcire il terreno.

Cura del ciclamino dopo la fioritura

La cura speciale richiesta dal ciclamino avviene in estate, non in inverno. Le piante di ciclamino in vaso crescono attivamente durante l’inverno, quindi questo è il momento in cui dovrebbero essere spostate in un punto con molta luce indiretta brillante. L’irrigazione corretta è fondamentale durante questo periodo, poiché le radici sono molto sensibili all’umidità e possono facilmente marcire. Aspetta che le foglie inizino a cadere e che il terriccio sia asciutto al tatto prima di annaffiare di nuovo.

Quando l’inverno lascia il posto alla primavera e all’estate, i ciclamini in vaso entrano naturalmente in una fase semi-dormiente e in questo momento dovrebbero essere lasciati asciugare e spostati in un luogo fresco e ombreggiato. Evita la tentazione di annaffiare durante questo periodo, poiché le radici probabilmente marciranno. In autunno possono essere spostati in un luogo con luce indiretta brillante e  annaffiature delicate fino a quando non inizia a svilupparsi una nuova crescita verde.

Conclusioni

Il ciclamino è una pianta che richiede poche cure ma che regala fiori bellissimi e colorati per diversi mesi all’anno. Coltivarlo in vaso è semplice, ma è importante seguire alcune regole di base per garantirne la salute e la bellezza. Con le giuste attenzioni, il ciclamino in vaso può diventare un vero e proprio gioiello per la casa o il giardino.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2022 - 2024 Talki.blog | Sito in aggiornamento.