zafferano

Zafferano: proprietà, benefici e controindicazioni

Lo zafferano, noto come “oro rosso”, è una preziosa spezia ottenuta dai fiori del Crocus Sativus. Originaria dell’Asia Minore, questa pianta è stata coltivata con successo in Italia, soprattutto in Abruzzo. Il suo colore e il suo sapore unico sono la prova delle sue proprietà nutrizionali uniche.

Lo zafferano è una delle spezie più pregiate e costose al mondo. Un solo grammo di zafferano può costare fino a 60 euro, a causa del processo di raccolta lungo e costoso. Le sue principali proprietà e i benefici per il nostro organismo sono da scoprire.

Origini e coltivazione

Lo zafferano è una pianta originaria dell’Asia occidentale, ma oggi viene coltivata in diverse parti del mondo. La coltivazione richiede un terreno ben drenato e la luce solare diretta, con i bulbi che vengono piantati in primavera o estate.

Durante l’autunno, i fiori rivelano i loro pistilli rossi, noti come stigmi, che vengono delicatamente separati e essiccati per creare la preziosa spezia.

La raccolta e l’essiccazione richiedono molta cura e lavoro, il che spiega il costo elevato dello zafferano.

Proprietà

Lo zafferano contiene più di 150 sostanze aromatiche volatili, che compongono il suo olio essenziale.

È anche uno degli alimenti più ricchi di carotenoidi, come la crocetina, l’α-crocina, la picrocrocina e il safranale, che conferiscono alle pietanze il tipico colore giallo-oro. Inoltre, contiene vitamine A, B1 (tiamina) e B2 (riboflavina).

Il safranale, in particolare, è un composto organico che può influenzare positivamente l’attività cerebrale. Per questo motivo, viene utilizzato in fitoterapia per il trattamento dei disturbi dell’umore, come sedativo e antispasmodico con attività antielmintica ed efficace contro il mal d’auto. Infatti, i suoi principi attivi regolano la produzione di alcuni neurotrasmettitori cerebrali responsabili del tono dell’umore, come la dopamina, la noradrenalina e la serotonina, e sono in grado di placare l’ansia.

Valori nutrizionali

Lo zafferano contiene circa 65 grammi di carboidrati, 4 grammi di fibra, 11 grammi di proteine e 6 grammi di grassi, con un buon apporto di omega 3 e omega 6. Inoltre, è ricco di vitamine come la vitamina C, B6, folati e vitamina A.

Benefici

La polvere di zafferano è una spezia che non solo rende gustosi i piatti, ma è anche ricca di sostanze benefiche per il corpo. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, contrasta i radicali liberi e rallenta l’invecchiamento cellulare.

Inoltre, favorisce la digestione stimolando l’apparato digerente e aumentando la secrezione di bile e succhi gastrici. È anche utilizzato nella preparazione di liquori digestivi.

Recentemente, lo zafferano si è rivelato un rimedio naturale efficace per disturbi come lo stress e la depressione. Studi hanno dimostrato che ha benefici sul sistema nervoso, inducendo uno stato di rilassamento muscolare grazie alla sua azione calmante, analgesica e antispasmodica.

Controindicazioni

Lo zafferano in cucina è solitamente sicuro, ma alcune precauzioni sono necessarie.

Le persone allergiche allo zafferano devono consultare un medico prima di consumarlo.

Durante la gravidanza, è meglio evitare l’uso eccessivo.

Inoltre, lo zafferano può interagire con alcuni farmaci, come gli anticoagulanti.

Le persone con condizioni mediche come la sindrome dell’intestino irritabile o il morbo di Crohn potrebbero avere difficoltà a tollerare lo zafferano.

Usi in erboristeria

Lo zafferano è molto apprezzato in erboristeria per le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e rilassanti.

Viene spesso consigliato per alleviare lo stress, l’ansia e migliorare l’umore.

L’olio di zafferano è utilizzato in prodotti cosmetici per le sue proprietà antiossidanti e idratanti per la pelle, aiutando a ridurre le rughe e migliorare la luminosità della pelle.

In alcune culture, come in India con la medicina ayurvedica, l’olio di zafferano viene utilizzato per trattare disturbi legati allo stress, all’ansia e al sonno.

In cucina, pistilli o bustina

Lo zafferano viene utilizzato in cucina per arricchire, colorare ed esaltare i sapori di piatti come riso, crostacei, frutti di mare, carni in umido e salse delicate. I pistilli di zafferano sono la parte femminile del fiore e offrono un sapore più fresco e intenso rispetto alle bustine di zafferano contenenti polvere o zafferano macinato. È importante immergerli in acqua calda o brodo prima dell’utilizzo.

Le bustine sono meno costose e comode da utilizzare per piatti in cui il sapore del zafferano non deve essere troppo intenso e dove è richiesto principalmente il colore. Il dosaggio consigliato per tre/quattro persone è una bustina da 0,15 grammi. In alcuni casi è possibile aggiungerlo fin dall’inizio della cottura.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2022 - 2024 Talki.blog | Sito in aggiornamento.